Pubblicità Legale

Amministrazione trasparente

Pagina Ufficiale Facebook 

Avvisi

PROGETTO

«BUILD UP 2K30: Build up new competencies to foster 2030 zero-energy buildings target»

. 2019-1-IT01-KA102-006940

Co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+

Ambito Istruzione e Formazione Professionale (VET)

Mobilità individuale a fini di apprendimento (KA1)

promosso dall’Istituto d’Istruzione Superiore “L. Pilla” di Campobasso;

Organismi di invio:

Istituto d’Istruzione Superiore “Pilla” di Campobasso; Istituto d’Istruzione Superiore “Boccardi-Tiberio” di Termoli (CB); Istituto d’Istruzione Superiore “Caselli” di Siena; Istituto d’Istruzione Superiore “Roncalli” di Poggibonsi (SI); Istituto d’Istruzione Superiore “Fazzini-Mercantni” di Grottammare (AP); Istituto d’Istruzione Superiore “Corinaldesi” di Senigallia (AN); Istituto d’Istruzione Superiore “Minutoli” di Messina; Istituto d’Istruzione Superiore “Volta” di Nicosia (EN); Istituto d’Istruzione Superiore “Lincoln” di Enna; Istituto d’Istruzione Superiore “Carafa” di Mazzarino (CL);

 Coordinatore tecnico:

REATTIVA – Regione Europa Attiva


 Invito a presentare candidature per lo svolgimento di  tirocini formativi all’estero

Avviso Buid Up

Allegato A_CV modello EN (5)

Allegato B_Istruzioni compilazione CV (2)

Allegato C_Griglia autovalutazione Lingua

Allegato D_FAQ-ERASMUS+


 

 

Linee guida e Direttiva BES

La Legge 8 ottobre 2010, n. 170 riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi specifici di apprendimento, denominati "DSA".

Il diritto allo studio degli alunni con DSA è garantito mediante molteplici iniziative promosse dal MIUR e attraverso la realizzazione di percorsi individualizzati nell'ambito scolastico.

Con la direttiva del 27 dicembre 2012 relativa ai Bisogni educativi speciali (BES) il MIUR ha accolto gli orientamenti da tempo presenti in alcuni Paesi dell’Unione europea che completano il quadro italiano dell’inclusione scolastica.

Il concetto di  Bisogni Educativi Speciali (BES)  si basa su una visione globale della persona con riferimento al modello ICF della classificazione internazionale del funzionamento, disabilità e salute (International Classification of Functioning, disability and health) fondata sul profilo di funzionamento e sull’analisi del contesto, come definito  dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS, 2002) .

Rientrano nella più ampia definizione di BES tre grandi sotto-categorie: quella della disabilità; quella dei disturbi evolutivi specifici e quella dello svantaggio socioeconomico, linguistico, culturale.

NORME DI RIFERIMENTO

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter